In questa sezione vengono raccolti interventi ed articoli su discipline ermetiche ed esoteriche.
Per informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

di Mircea


EQUINOZIO D’AUTUNNO/ MABON
VINALIA RUSTICA – GRANDI MISTERI ALEUSINI –
SECONDO RACCOLTO – HARVEST HOME

Culmine : 21 SETTEMBRE
Ed eccoci giunti all’equinozio d’autunno, con esso siamo al secondo momento in cui luce e tenebre sono in equilibrio perfetto.

 

Abbiamo detto secondo momento rispetto all’equinozio di primavera, ma in una prospettiva opposta a quest’ultima.
Infatti, se ad OSTARA ( equinozio di primavera) la dualità dell’esistenza ( vita e morte ), rappresentata dalle forze divine maschili e femminili e dall’equilibrio tra luce e tenebre, è declinata in una chiave positiva, cioè l’esaltazione della massima espansione delle energie fecondatrici ( aspetto vitale e luminoso dell’esistenza ), invece nell’equinozio d’autunno ( MABON ) le tenebre iniziano a prevalere, le energie vitali si spengono progressivamente e tutto assume una prospettiva precaria e malinconica.
I numerosi riti che in questo periodo vengono celebrati hanno il carattere di ringraziamento per la stagione feconda che si è conclusa e di preghiera, perché quella cattiva sia mite .
Ritualità solitamente a carattere agreste in cui importantissima era la spiritualità legata alla vita ed alla preparazione dei sidri. Infatti Mabon è anche la festa di ringraziamento per il secondo raccolto ( orzo ) ed è caratterizzata dall’ebbrezza alcolica.
La bevanda alcolica ( orzo feadermentato, sidri e vino in fermentazione ) assume valenza simbolica e spirituale spalancando le porte della percezione.
Questo è anche momento favorevole per la riflessione interiore: infatti è il tempo di bilanci, abbiamo sotto gli occhi ciò che abbiamo " seminato " nell’anno passato e possiamo constatare che " frutti " abbiamo raccolto.
Chi si è posto su un cammino di crescita spirituale deve affrontare il nuovo ciclo, che di lì a poco si aprirà, avendo la capacità di far tesoro dei progressi compiuti qualora ve ne siano.
Tutta l’Europa in questo periodo entrava in una fase di sacra meditazione anche a carattere fortemente iniziatico. Infatti, se nelle grotte mitraiche ci si apprestava ad immolare il toro cosmico, ad Eleusi iniziavano le celebrazioni dei GRANDI MISTERI, tutti incentrati sulla figura della dea Persefone che, figlia di Demetra ( legata ai cicli vitali della vegetazione ), viene rapita da Ades.
Questi la lega a sé come sua sposa offrendole semi di melograno e sancendo così l’unione con il mondo sotterraneo della fecondità e della morte, simboleggiato dal melograno stesso ( rosso come il sangue e ricco di semi ). Il ratto provoca il lutto disperato ed irato di Demetra che impedisce che le sementi germoglino finché, proprio per questo, le viene restituita la figlia.
Tuttavia Persefone per avere accettato cibo nella casa del marito resta vincolata a lui e destinata a fare ritorno nell’Ade per un terzo dell’anno.
Ciò che l’iniziato apprendeva, e che i rituali di questo periodo sottolineano e che noi ancora oggi cogliamo, è che la morte in senso figurato e reale non è un male ma una benedizione.
Immaginatevi se il ciclo produttivo della natura non si interrompesse per rinnovarsi…, tutto perirebbe per esaurimento. " L’oscurità della morte è dunque per noi matrice di vita rinnovata e purificata, garante dell’inizio di un nuovo ciclo ".
La mistica della morte che pervade tutta la ritualità da Mabon al solstizio d’inverno evidenzia, anche in senso esoterico/simbolico, che per il proprio progresso spirituale fortunati sono quelli che, capaci di " morire a questa vita ", si pongono nelle condizioni di " rinascere " su un piano di consapevolezza e conoscenza maggiori.
"VITAM LONGAM MORTI " ( lunga vita alla Morte )

Mircea
(ass.culturale Albero del Mondo)
Equinozio d’autunno 2004 –Era del Lupo


somerights
This work is licensed under a Creative Commons License.
Further info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Visualizza l'elenco degli articoli e pubblicazioni